Strategic Digital Advisors.

Il web è morto.

Forse non è mai nato o, se vogliamo essere più ottimisti non è ancora nato. Non è mai nato nelle centinaia di aziende che in questi 15 anni ho visitato. Non è mai nato in quelle migliaia di manager con i quali ho parlato. Salvo solamente alcune eccezioni ma è sufficiente che cali gli occhi sulla tastiera e conti le mie dita per capire quante sono.
L'immagine che ho più ricorrente, durante le presentazioni della nostra attività, è il cenno affermativo della testa del manager e un sonoro " Sì, lo so!". A volte questo "Sì, lo so!" è riferito a cose che io ho scoperto la mattina stessa e un po' stupito mi chiedo: "ma come fa a saperlo?"
È questa immodestia, approssimazione, imprecisione, pigrizia che ha ucciso il web prima ancora che questo nascesse, prima ancora che questo potesse crescere e maturare. Non c'è una volontà, una capacità di usare il web, di studiare il web nelle sue parti e praticarlo nel modo più utile per l'azienda. C'è solo una triste processione di cose fatte perché gli altri lo fanno, o perché il consulente "più bravo" dell'altro, spesso sinonimo di più economico, l'ha fatto fare.
Credo sia ora per le aziende di voltare pagina. Di investire veramente sulla rete. Di smettere di pensare che il web costi poco o che sia gratuito, ma piuttosto di iniziare a progettare campagne, pensare a strategie di comunicazione che usino la rete come strumento portante.
Ci sono i mezzi, ci sono le tecnologie, e a volte anche le teste pensanti. Occorre considerare il web come un insieme di tante discipline che tutte unite possono far ottenere risultati importanti all'azienda.
La mia è quindi un'esortazione verso tutti voi, che in qualche modo potete essere il motore di questa rinascita. Iniziate a pensare, iniziate a vedere il web nel suo insieme, iniziate a dedicare tempo e risorse e soprattutto, please, ogni tanto un bel: "Davvero? Non lo sapevo".

Lunga vita al web.


Claudio Agazzi

home - servizi - DIRECT E-MAIL MARKETING

DIRECT E-MAIL MARKETING

La maggior parte degli internauti controlla regolarmente la casella di posta: per questo le e-mail sono il mezzo ideale per veicolare messaggi promozionali one to one, che si rivolgono direttamente a un target ben definito.
"Permission based", fondate cioè sul consenso esplicito dell'utente, le e-mail hanno grandi potenzialità per stabilire un primo contatto tra azienda e utente o per alimentare, in ottica di fidelizzazione, rapporti già esistenti.
Nel primo caso il Direct Email Marketing (DEM) è uno strumento privilegiato, perché pensato per coinvolgere e incentivare l'action dell'utente. Nel secondo la newsletter, con i suoi invii periodici e mirati, si presta a consolidare una relazione già avviata.
Layoutweb analizza i risultati di ogni azione di e-mail marketing per pianificare nuove strategie di comunicazione.

Pay per click, pay per lead, pay per sell

Le attività promozionali nella forma di Pay per click campaign sono pane per i denti di Layoutweb: sui circuiti di Google e Yahoo, l'agenzia crea campagne con annunci di testo attivati dalle ricerche degli utenti, in base alle parole chiave in target col prodotto/servizio del cliente.
Se pagare per click non vi basta più, ma volete dalla vostra campagna una garanzia di performance con costi proporzionati, attivare una campagna CPL (Cost per Lead) potrebbe essere un'ottima mossa.
A differenza delle CPC, per le campagne CPL si paga solo se viene generato un lead, ossia una conversione dell'utente, che sia questa l'invio di un messaggio, una registrazione, l'iscrizione ad un concorso, ecc.
La campagna Pay per Sell, infine, prevede il pagamento solo se la campagna Dem o Display genera una vendita.

P.IVA 00905030342 | Legal notes

Questo sito utilizza cookie, per saperne di più clicca qui. Cliccando su ok accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.